sample1

Oggi avrei voluto scrivere d’altro. Non scrivo più spesso, come una volta, perchè sono diventato pigro e vecchio. Oggi sono più vecchio e triste e addolorato. Un carissimo amico mio, vostro, e, si può dire, di tutti i bridgisti lombardi ci ha lasciato. Questa mattina, dopo una malattia lunga e devastante, si è spento Giorgio Vieti.

L’unico motivo di consolazione che può venirci in mente, appresa la notizia, è che finalmente ha smesso di soffrire. L’anno scorso, giocando con Fabio Bianchi, Roberto Airaghi e me, ci eravamo qualificati per partecipare ai Campionati Italiani a squadre di Salsomaggiore che avremmo dovuto giocare nel prossimo aprile. Naturalmente il suo contributo a questo nostro piccolo successo era stato determinante. E ora …

Ho giocato spesso con Giorgio, sia in coppia che a squadre, (mi ricordo un quarto posto ai Campionati Italiani over 60 di qualche anno fà giocando in squadra con due amici di Piacenza) e so che ha amato il bridge come pochi: spero che abbia ritrovato gli amici che lo hanno preceduto in un luogo piacevole dove poter incrociare le carte.

Il presidente del B.A.C.C.H il Consiglio Direttivo e i soci tutti si stringono addolorati a Maria, Valerio, Elena e ai nipotini nel ricordo del nostro, grande, Giorgino.
Addio, carissimo amico.